ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Spazi Indipendenti

mostra curva pura eco delle ombre
mostra curva pura eco delle ombre
mostra curva pura eco delle ombre
mostra curva pura eco delle ombre

Raha Vismeh - L'eco delle ombre

arte contempranea

CURVA PURA dal 16/11/2022 al 18/12/2022

L’eco delle ombre è un lavoro sulla sperimentalità della gradazione di colore su un unico tono e la ricerca latente verso scorci di architetture urbane e spazi abitativi idealizzati. L’esposizione nasce con l’intento di creare una riflessione sul valore dell’osservazione su coesi rapporti combinatori di forme architettonico-geometriche, in quanto sintomo dello stadio più sperimentale di una tecnica eseguita con sottili velature pittoriche di colore ad olio. I lavori in mostra ci pongono in un disarmante dialogo con un codice pittorico in cui la classica pittura multi-tonale viene abbandonate per giungere ad una drastica e volontaria semplificazione coloristica. Un atteggiamento tipico, quello dell’artista, di un atto di deviazione verso le consuete tecniche pittoriche, che le permette di concentrare l’attenzione verso le forme e i rapporti tra le strutture e gli oggetti che vi si trovano dentro. Così, anche se le opere trattano in maniera seriale lo stesso soggetto, esse sono un chiaro incitamento verso mai univoci sensi di lettura, per porsi invece come una esperienza stratificata ed avvolgente, per spingerci a pensare la struttura abitativa e cittadina come uno spazio fisico che si vive e che ci riguarda.   Dettagli

Mostre d'arte contemporanea in spazi indipendenti

mostra millepiani progress

02/12/2022 - 12/01/2022Fotografica

Progress. On Contemporary and Future Society

Cos'è il progresso? Su quali basi etiche e morali l'uomo intraprende il percorso evolutivo che determina il proprio stare al mondo, il proprio rapporto con l'ambiente e con i suoi simili. Su quali fondamenta e attraverso quali scopi l'uomo intraprende le proprie ricerche scientifiche? Quali sono gli esiti e le testimonianze che hanno contribuito a un miglioramento qualitativo sulla vita dell'uomo? Quali sono gli esiti e le testimonianze degli errori commessi, e che l'uomo continua a commettere. Seppur in una continua rivalutazione e modificazione sull'orientamento comportamentale, l'uomo, nel rispondere ai propri bisogni e necessità, crea quel percorso evolutivo lineare che lascia traccia di sé e dalla quale è possibile rilevare la sua natura più intrinseca. La mostra Progress. On Contemporary and Future Society risponde a questi e ulteriori quesiti, domande aperte alle quali autori impegnati nei diversi media digitali rispondono affrontando il tema nelle diverse aree umanistiche e scientifiche.
  dettagli

mostra smart eleonoraluccarini

30/11/2022 - 16/12/2022Arte contemporanea

Prime Time II - Eleonora Luccarini

Eleonora Luccarini: la sua ricerca multidisciplinare è incentrata sulle possibilità performative del linguaggio. Punto di partenza del suo lavoro è la scrittura che viene messa in relazione con altri media, in una pratica artistica che indaga il rapporto tra parola, immagine e corpo attraverso la finzione, l'ambiguità e la potenzialità. Entrambe le opere fanno parte di un progetto interdisciplinare legato alla poesia come pratica performativa, interamente strutturato sull'identità di Léonard Santé, poeta e alter ego di Luccarini.  Santé è lo strumento utilizzato dall'artista - sia nella scrittura che nella performance e nel video - per rappresentare un certo tipo di mascolinità che fatica a decostruire sé stessa e i suoi sottili tratti misogini; mentre la poesia è il mezzo attraverso il quale l'alter ego, quindi l'artista, cerca di comprendere il suo complesso e contraddittorio rapporto con le emozioni, il genere, la vulnerabilità, la sessualità, la religione, il futuro e le aspettative familiari. 
  dettagli

mostra moca openmarket

01/12/2022 - 10/12/2022Arte contemporanea

OpenMarket

Openartmarket. Un’esposizione-mercato in cui l’opera e l’artista, rispettivamente prodotto e produttore d’arte, escono dalla logica dell’eccezionalità e del collezionismo d’élite, per diventare un mezzo di comunicazione sociale ed estetico a costi accessibile a tutti. Si proporranno, infatti, opere d’arte in una fascia di prezzo che va da 49 a 999 euro. Dare all’arte la capacità di aprire nuovi spazi di dialogo e far sì che l’arte contemporanea sia sempre meno un discorso per pochi, con meno timore reverenziale e più voglia di partecipazione: è questa è la mission di OpenARTmarket. Di fronte alla prospettiva di cambiamenti in cui si intrecciano nuove forme di committenza e un collezionismo in grado di esercitare la sua influenza sul sistema dell’arte a livello globale, diventa ancora più importante e più stimolante per gli artisti riuscire a raggiungere nuovi spettatori.
  dettagli

mostra spazioinsitu curatodallamamma

03/12/2022 - 03/01/2023Arte contemporanea

curato dalla mamma - kaspar ludwig

La mostra si pone in continuità con l’attitudine curatoriale dell’artist-run space romano, il quale è stato da sempre un luogo di dialogo tra Roma e la scena internazionale. Secondo appuntamento della stagione e naturale proseguimento di riflessioni intorno agli attori che orbitano intorno al concetto stesso di mostra, ‘’Curato dalla mamma’’ è di fatto un progetto incentrato su due figure: quella del curatore e quella dell’artista. A questi due personaggi chiave nel mondo dell’arte, se ne va ad aggiungere un terzo, esterno ed estraneo ai meccanismi del sistema, la madre, che veste in questa occasione i panni di curatrice. Partendo da un aneddoto personale, l’artista si interroga sul ruolo della madre all’interno del processo artistico e, più generalmente, nella determinazione di una morale.
  dettagli

mostra casavuota chiaviinprestito

dal 26/11/2022Arte contemporanea

Chiavi In Prestito

Nel progetto espositivo Chiavi in prestito viene proposto al pubblico un ciclo di lavori realizzati dall’artista negli ultimi anni. “Sono opere su carta di piccolo formato– spiegano Francesco Paolo Del Re e Sabino de Nichilo – tasselli del puzzle di una mostra nella quale addentrarsi di soppiatto, con cautela, illuminando con piccole torce porzioni di buio. Una mostra da ascoltare negli scricchiolii, nel respiro segreto delle stanze, dove spesso la presenza umana è assente e, se c’è, è addormentata e sembra una cosa fra le cose”. Martina Bruni disegna stanze di case altrui e sceglie di disseminarle negli ambienti di Casa Vuota. “Con i suoi pastelli densi e stratificati – scrivono i curatori – Bruni ficcanasa dentro le case nelle quali si è trovata a soggiornare, nelle quali ha vissuto, nelle quali è passata, dormendo una notte soltanto, nelle quali ha osservato ordini e disordini peculiari e privatissimi, ricapitolandone gli oggetti, i volumi, i vezzi, le emozioni, in una scenografia del nomadismo fatta per esibizioni con il fiato corto”.
  dettagli

mostra sala1 moonforsun

22/10/2022 - 15/12/2022Arte contemporanea

Stacy Lynn Waddell. A Moon For A Sun. Traiettorie di ricerca transculturali e pratica artistica

Sala 1 è lieta di presentare l'installazione site-specific A Moon For A Sun dell'artista americana Stacy Lynn Waddell, alla sua prima mostra fuori dagli Stati Uniti. La mostra, curata da Mary Angela Schroth, è in collaborazione con la Fondazione Civitella Ranieri, dove l'artista è attualmente residente. L'iniziativa è patrocinata dalla CANDICE MADEY Gallery di New York, che rappresenta l'artista. Sala 1 ha spesso collaborato con gallerie internazionali e CANDICE MADEY rappresenta una delle più importanti gallerie d'arte contemporanea emergenti negli Stati Uniti. Un importante sostegno è dato da Susan e Michael Hirshfield, collezionisti di lunga data dell'artista.
  dettagli

mural tufello gigilucamaleonte

Arte contemporanea

“D’après Gigi” Lucamaleonte

"D’après Gigi" è il titolo dell’opera che Lucamaleonte ha realizzato per omaggiare il grande #GigiProietti sulla facciata di una palazzina dell’ATER, nel cuore del Tufello a Roma, abitazione in cui l'attore ha trascorso la sua infanzia.
  dettagli Articolo Articolo

AlbumArte 06/12/2022 - 06/01/2023

mostra albumarte theimpossiblepresent

Delphine Valli - THE IMPOSSIBLE PRESENT

Il Possibile nel cuore dell’Impossibile ha iniziato a farsi strada in modo capillare a livello esistenziale e artistico. Una densa rete di incontri all’origine di scoperte delucidanti ha allargato la prospettiva dell’artista, confermando che la via verso la Conoscenza passa per l’Altro. Questa presentazione nasce quindi dall’idea, sorta spontaneamente, di mettere in dialogo tra loro le persone che più sono state determinanti nella ricerca dell’artista durante la sua residenza in Marocco.  dettagli

HyunnArt Studio 02/12/2022 - 13/01/2023

mostra hyunnartstudio pianobianco

Piano Bianco – Giuseppe Ponzio

ll bianco segna il bianco e il nero il nero. Con tale disarmante semplicità, Giuseppe Ponzio dà un’indicazione di lettura del proprio pensiero, frutto di lunghe riflessioni, discussioni e meditazioni. Punto di arrivo di un percorso che, partito in nuce dall’analisi e dalla sintesi visiva di culture e scritture ‘altre’, arriva a un distillato segnico che riassume pensiero, parola e immagini. Il bianco segna il bianco e il nero il nero. Direzioni e indicazioni che si estroflettono dal quadrilatero dell’opera tracciando piani e spazi aperti e multidirezionali, dove il vuoto riempie e muove l’esplorazione visiva, emotiva ed esperienziale di chi guarda. Anima con anima, Ponzio ci conduce, con accogliente levità, in un empireo del pensiero dove perfino le parole, ancora non nate, si originano. Il cuore si apre, l’anima esplora e si espande. Si arriva a un punto di partenza. In esposizione a Hyunnart Studio sono presentati circa 15 lavori realizzati in polimaterico tridimensionale cromaticamente calibrati soprattutto sul bianco e nero, che si collocano nell’ultima fase del percorso artistico di Giuseppe Ponzio.  dettagli

Spazio Cima 16/11/2022 - 23/12/2022

mostra spaziocima wonderland

WONDERLAND

Il romanzo, scritto nel 1865 da Charles Lutwidge Dodgson, sotto lo pseudonimo di Lewis Carroll, racconta lo straordinario viaggio di Alice in un mondo fantastico popolato da strane ma affascinanti creature antropomorfe, tra animali parlanti e battagliere carte da gioco. E’ considerato non soltanto il capolavoro dello scrittore britannico, ma anche uno dei capisaldi della letteratura fantasy di sempre. Oggi le sue ambientazioni e i suoi personaggi leggendari rivivono nella collettiva “Wonderland”, curata e organizzata da Roberta Cima, comprendenti le opere di AjnoS, Le Fiabe nel Cassetto di Serenella Lombardi e Alessandra Pierelli. Circa 30 le opere esposte, con differenti tecniche e stili, per riproporre non soltanto il mondo di Alice, ma anche altre storie “favolose”.  dettagli

Centro Luigi di Sarro 19/11/2022 - 23/12/2022

mostra centroluigidisarro lepieghedelvuoto

LE PIEGHE DEL VUOTO - Giulia Fumagalli Aran Ndimurwanko

Come raccontare due luoghi lontani dopo averne fatto un’intensa esperienza? Quali forme possono assumere? Cosa in loro può essere considerato pieno? Cosa, invece, vuoto? E come queste entità agli antipodi possono dialogare tra di loro?Si tratta di una selezione eterogenea di lavori frutto della doppia residenza di cui i due artisti hanno fatto esperienza durante la primavera, prima in Cile e poi a Panama. Il risultato è così la loro visione personale e artistica di questi due luoghi, geograficamente vicini, ma completamente agli antipodi. Da un lato, il paesaggio cileno, visivamente aperto per via dell’immensa distesa desertica, che seppur vuota è in grado di innescare continue connessioni. Dall’altro quello panamense, visivamente chiuso per la presenza della giungla impenetrabile, che riempie gli occhi e la mente, sovrappopolandoli di immagini. Due esperienze completamente opposte, che attivano vicendevolmente sensazioni di pieno e di vuoto, contrapponendoli ma allo stesso tempo facendoli diventare anche uno la conseguenza dell’altro.  dettagli

Ombrelloni Art Space 11/11/2022 - 10/12/2022

mostra ombrelliniartspace bambineferoci

Bambine Feroci: Elena Pizzato Ketra Exhibition n0 Project room

La mostra presenta due serie distinte di lavori che costituiscono la ricerca dell’artista improntata sul ruolo e il potere della donna. Una riflessione che indaga i concetti di female empowerment e gender identity mettendo in luce gli aspetti caratteristici più soffocati dall’opinione pubblica. Il titolo della mostra mette in connubio i due termini “bambine” e “feroci”, all’apparenza ossimorici, che in questa occasione vogliono sostenere il possibile sfatare dei classici luoghi comuni. La percezione celestiale della donna-bambolina viene ribaltata nelle opere Serialmirrors, una serie di specchi antichi lavorati con tessuti, cinghie e borchie, riflette alcune delle più famose storie di serial killer donne che in epoche passate hanno già demolito certe convinzioni e talvolta creato leggende.  dettagli

ATELIER MONTEZ 13/10/2021 - 31/12/2022

mostra ateliermontez bepart

be**pART - la mostra collettiva d’arte più grande di sempre!

La campagna coinvolge trans-nazionalmente tutti gli artisti che stanno affrontando l’emergenza di una forte emarginazione sociale e di una dura crisi economica causate dalla pandemia Covid-19. L’arte e la cultura non sono semplici beni di consumo, esse rappresentano il nostro stile di vita. Diventare un Produttore Indipendente be**pART significa aderire a questa missione: insieme tutti Noi vogliamo dimostrare al mondo che l’arte e la cultura non si possono fermare mai! Organizziamo una mostra in un periodo in cui le mostre sono interdette; anzi, faremo proprio la mostra collettiva d’arte più grande di sempre! La nostra testimonianza racconta questo difficile periodo storico come un momento costruttivo, in cui immaginazione e creatività mettono in luce gli aspetti positivi della solidarietà e della coesione sociale, trasformando le esigenze di adesso in una virtù e in un esempio da ricordare anche per le generazioni future. Raccogliamo i contributi di tutti i Produttori indipendenti, che raccontano questo indimenticabile periodo storico dipingendo da casa.
Atelier Montez organizza la mostra collettiva d’arte più grande di sempre esponendo 45.000 opere d’arte inedite prodotte da 1500 Produttori Indipendenti durante il lockdown.  dettagli

Spazio Y  - 

mostra spazioy primanecessita

PRIMA NECESSITÀ / BASIC NECESSITIES

Nuovo progetto collaborativo che intende riflettere sul concetto di prima necessità e di utilità, rivendicando l’esigenza di espressione personale e l’atto artistico come condizione umana imprescindibile. Alla luce del recente stravolgimento del concetto di libertà individuale, che ha modificato i modelli di gestione della socialità e del consumo, vogliamo interrogarci su cosa voglia dire prima necessità e su come questa prospettiva influenzi la ricerca degli artisti in questo momento. L’intento è quello di esplorare nuove modalità espressive in risposta a questo periodo, intraprendendo delle azioni nelle quali l’autonomia delle opere e degli artisti non forniscano soluzioni univoche, ma mostrino nuove angolazioni, differenti possibilità e derive inaspettate.  dettagli