ROMArtguide.it MOSTRE / EVENTI: Gallerie private

Riordina Click sui quadri per portarli in primo piano

mostra Materia Marta Mancini
mostra Materia Marta Mancini
mostra Materia Marta Mancini
mostra Materia Marta Mancini

MARTA MANCINI – Buds

arte contempranea

Matèria dal 15/10/2022 al 28/01/2023

Matèria is pleased to announce the opening of Buds, Marta Mancini's second solo show at the gallery, where the artist is set to present a selection of unseen paintings from her most recent series of works.    dettagli

Gallerie private d'arte contemporanea

mostra zoozoneartforum alfredopirri

24/11/2022 - 01/03/2023Arte contemporanea

Alfredo Pirri - dammi gli occhi

In questa occasione Alfredo Pirri esporrà una serie di opere iniziate un po’ di tempo fa e portate a termine appositamente per lo spazio di Zoo Zone Art Forum : sono “orizzonti luminosi e illusori” che, seppure separati in quattro episodi, condividono, come i frame di un film, la stessa base che scorre sul muro come la tastiera di un pianoforte, o come una trave che ne àncora il cromatismo lieve ad una linea di orizzonte immaginario.
  dettagli

mostra nerogallery delicatessen

03/12/2022 - 22/01/2023Arte contemporanea

DELICATESSEN - Agnes Cecile

Tutte le opere rappresentano soggetti femminili che comunicano con ciò che hanno intorno e sono circondate da piante ed animali, elementi che sono utilizzati dall’artista per enfatizzare gli aspetti più femminili e spirituali dell’animo umano. Tra essi, sono raffigurati uccelli, simbolo delle emozioni, farfalle simbolo di libertà e bellezza e, per finire, il gatto nero simbolo della luna. Le figure femminili dipinte sembrano voler evadere dal vuoto che gli fa da sfondo, verso una dimensione più materica pur rimanendo sempre all’interno di un limbo senza tempo. La natura rappresenta infine, un’altra caratteristica usata sempre come via di fuga, come metafora: la natura è consapevolezza e vitalità. Essa evoca la sensualità e la delicatezza del femminile, i colori ci rimandano ad emozioni taciute e celate sotto le pennellate delicate dell’artista. La mostra è divisa in spazi, creati dalle diverse tonalità che troviamo nei quadri: il rosso scarlatto, il blu notte e il verde della natura.
  dettagli

mostra medina yangjunior

02/12/2022 - 08/12/2022Arte contemporanea

Andi Yang e Oscar Junior

La mostra è ideata e proposta dal magazine bimestrale internazionale ArtOnWorld. Nel suo focus di approfondimento, la curatrice Carmelita Brunetti parla dei lavori dei due artisti cinesi, padre e figlio, come "Ironici, intriganti, iconograficamente accattivanti e ben strutturati. Il linguaggio pop li porta a creare un mix di immagini legate al capitalismo globale delle multinazionali, con l'apertura ad una serie di riflessioni sociologiche e pedagogiche. [...] Gli artisti fanno ricerca sul rapporto reciproco fra tendenze, mode, potere e arte, armonia, vita". Leggiamo ancora: "Ecco dunque che, con sarcasmo, le dinamiche e le strategie della finanza sono decantate da icone pop come in un autoritratto contemporaneo".
  dettagli

mostra thegalleryapart marcostrappato

30/11/2022 - 27/01/2023Arte contemporanea

The Gallery Apart è orgogliosa di annunciare Etica, Tecnica e Pathos, la nuova personale di Marco Strappato negli spazi della galleria. Fedele ad un’idea di arte che non può prescindere dall’ambiente, l’artista arricchisce la sua ricerca sul paesaggio di spunti che arrivano tanto dal mondo naturale quanto dall’interpretazione che l’uomo ne dà nei diversi campi della cultura, dall’arte all’architettura, dalla fotografia alla musica fino all’uso della tecnologia. Strappato titola la mostra rendendo omaggio ad un album del gruppo “CCCP – Fedeli alla linea” dal titolo “Epica Etica Etnica Pathos”. Un omaggio non casuale, tenuto conto delle modalità di incisione e della scelta delle immagini poste a corredo dell’album. La registrazione avvenne in presa diretta in una casa colonica abbandonata nella campagna reggiana. Il gruppo sfruttò l’eco naturale degli ambienti domestici e si stabilì nella villa per tutto il tempo di registrazione. Ecco confermata la centralità del paesaggio, assunto che Strappato pone alla base della sua poetica, anche in versione domestica e al servizio di un’altra arte, la musica. Quanto alle immagini utilizzate per la cover dell’album e inserite in esemplari numerati al suo interno, si tratta di scatti di Luigi Ghirri, per Strappato un riferimento già in passato esplicitato in una serie di opere esposte in galleria in occasione della mostra Au-delà.

mostra galleriavittoria voyeur

03/12/2022 - 14/12/2022Arte contemporanea

VOYEUR

Voyeurha l’intento di rappresentare il punto di vista artistico dell’intimità attraverso tre artisti: Elena Cappellini, Guglielmo Mattei e Francesco Ninno. Il tema dell’esposizione si concretizza nel titolo scelto: Voyeur, una trasmissione di intimità che si riversa come vasi comunicanti da un’opera all’altra, da una tela ad un canovaccio senza sosta. Gli spettatori che visiteranno la mostra in Via Margutta avranno l’opportunità di conoscere e mettersi in contatto con gli artisti, in un’intima condivisione di idee e di spazio.Officine Vittoria spiega così la nascita della mostra: “Il concetto stesso di intimo è definito da un oggetto o da una stanza della casa che ci sta particolarmente a cuore. In questa esposizione abbiamo provato a immaginare cosa si potesse celare dietro i famosi palazzi lacerati dipinti da Guglielmo Mattei. Così facendo è come se avessimo aperto una delle finestre del palazzo e avessimo sbirciato dentro. Da qui abbiamo sviluppato un percorso incentrato sul corpo e le modificazioni artificiali, con Cappellini e Ninno, sperimentando molteplici materiali e media”.
  dettagli

mostra operativa giuliamangoni

03/12/2022 - 28/02/2023Arte contemporanea

GIULIA MANGONI La strega si trasforma persino in vento

Operativa Arte Contemporanea è lieta di presentare La strega si trasforma persino in vento, prima personale in galleria di Giulia Mangoni. La mostra presenta una nuova produzione di opere con cui l’artista italo-brasiliana indaga il folclore della Ciociaria tra creature fantastiche, tradizioni orali e immaginario archivistico. Attingendo a riferimenti antichi e coniugando le storie orali con la memoria collettiva e l'archivio, l’artista sovverte i confini tra finzione e realtà, evocando un mondo naturale ricco di fenomeni magici e forze fantasmatiche che coesistono con il quotidiano.
  dettagli Evento Evento

mostra macmaja motherhood

25/11/2022 - 20/01/2023Arte contemporanea

Marta Jovanovic Motherhood

Maja Arte Contemporanea è lieta di annunciare la prima collaborazione della galleria con l’artista performer Marta Jovanovi?. L’opera presentata per l’occasione – Motherhood – è la trasformazione scultorea della omonima performance tenuta da Jovanovi? nel febbraio 2016 presso lo spazio O3one Gallery di Belgrado, durante la quale aveva colpito con un martello – rompendole una ad una – 246 uova appese al soffitto: tante uova quanti i giorni fertili, dal primo menarca dell’artista alla data della performance. Successivamente i gusci frantumati sono divenuti sculture uniche, realizzate in rame elettroformato, numerate e placcate in oro 24K. “Ogni uovo che ho rotto durante la performance è una opportunità di maternità mancata in favore dell’arte”, afferma con una punta di ironia Jovanovi?, che ha così trasformato alchemicamente quanto di più sacrilego sarebbe potuto accadere in un mondo distopico come quello narrato da Margareth Atwood ne “Il racconto dell’ancella”.
  dettagli

mostra t293 haoniyoraalee

25/11/2022 - 25/12/2022Arte contemporanea

Hao Ni – AHU trilogy part I: The Great Filtration And Yoora Lee – Finding the Missing Half

T293 is delighted to announce the solo exhibitions "Finding my missing half" by Yoora Lee and "AHU trilogy part I: The Great Filtration" by Hao Ni, opening on November 25, 2022. LA based artist Yoora Lee (b. 1990, South Korea) creates images that evoke nostalgia of the recent past, as grainy VHS grade images or the retro mood of Japanese anime. The power of nostalgia, both romantic and empty, manipulates the viewers’ minds and emotions through imperfect memories. For her first exhibition in Europe, Yoora Lee looks back into her memories and the sway of emotions one feels while in a relationship, expressing the fragility of her own body going through the pain of a separation. For his second exhibition at the gallery, Hao Ni (b. 1989, Taiwan) presents a new series of work that focuses on the air filtration process within heating, ventilation, and air conditioning (HVAC) systems, as a starting point for a sculptural investigation and improvisation into the way memories and objects flow in the rapidly changing environment that we live in. More specifically, the sculptural installation will delve into the aesthetics of common Air Handling Unit, usually a large compartmental metal structure fitted with air filters, humidifiers, heaters, coolers and fans.
  dettagli Evento Evento

mostra annamarra between

16/11/2022 - 22/12/2022Arte contemporanea

BETWEEN NOW AND THEN THE MOROCCAN WAVE

Lontana dal tentativo di definire una specificita? generazionale e tanto meno geografica, l'esposizione non vuole circoscrivere la dimensione estetica dell’arte contemporanea marocchina, quanto al contrario valorizzarne le differenze, nell’approccio linguistico e nella grammatica stilistica. Fuori da facili retoriche culturali, si vuole offrire un punto di riflessione sulle ricerche artistiche locali, consolidando chiavi di lettura inedite ed esaltandone la multidisciplinarieta?: come dimostrano i diversi linguaggi fatti propri dagli artisti coinvolti. La scelta curatoriale di non voler racchiudere la versatilita? di queste differenti modalita? espressive sotto un unico tema deve quindi essere letta proprio nell’obbiettivo di staccarsi da circoscritte ghettizzazioni che il piu? delle volte rischiano di alimentare preconcetti e inutili stereotipi. Il titolo della mostra, BETWEEN NOW AND THEN, segna l’intento di presentare un nucleo di artisti che sono, sia particolarmente distintivi dell’attuale tessuto magrebino, ma che rappresentano anche gli interpreti del domani.
  dettagli

mostra gagosian karin

11/11/2022 - 14/01/2023Arte contemporanea

KARIN KNEFFEL Face of a Woman, Head of a Child

Gagosian è lieta di annunciare Face of a Woman, Head of a Child, un nuovo corpus di opere di Karin Kneffel in cui l’artista affronta per la prima volta la figura umana. In apertura l’11 novembre 2022, questa è la sua terza mostra con la galleria e la sua prima personale a Roma a venticinque anni dalla sua residenza all’Accademia Tedesca di Roma Villa Massimo. Nel corso della sua carriera, l’indagine artistica di Karin Kneffel si è concentrata sul rapporto tra pittura, spazio e tempo, stratificando e ricombinando oggetti, luoghi, tracce ed eventi in maniera realistica e seducente. Ispirati da ricordi personali o da fonti della storia dell’arte, i suoi interni e le nature morte si servono abilmente del potenziale rappresentativo del mezzo pittorico, sottolineandone al contempo la natura intrinsecamente fittizia. Con una forte digressione rispetto al lavoro precedente, in questa mostra la tecnica raffinata di Kneffel rimane costante: le superfici lisce e luminose dei suoi dipinti a olio rivelano un’intensa profondità visiva e complessità concettuale. In questa serie inedita l’artista ritrae i volti di sculture antiche in legno policromo, caratterizzati da proporzioni e inquadrature misteriose e sorprendenti. Come nelle sue straordinarie nature morte barocche, Kneffel sfrutta tutte le potenzialità del suo linguaggio pittorico per descrivere con ruvidi dettagli i contorni forti e le sfumature sottili dei volti primitivi scolpiti e dipinti.
  dettagli

mostra fondazionenicoladelroscio paulthek

28/10/2022 - 28/01/2023Arte contemporanea

Paul Thek. Italian Hours

Una serie di recenti studi ha gettato nuova luce sul complesso e duraturo rapporto che Paul Thek ha intrattenuto con l’Italia e sull’impatto fondamentale che il Paese ha avuto sul suo lavoro, caratterizzato da una pratica innovativa, che sfida i generi, attingendo a una grande varietà di media differenti. Tenendo conto di queste premesse, “Paul Thek. Italian Hours” che presenta il lavoro di Paul Thek in Italia per la prima volta dopo il 1995, riunisce una selezione di dipinti, disegni e sculture - comprese le vestigia della sua opera più celebre, oggi perduta, dal titolo The Tomb – realizzate sulla scorta delle influenze tratte dalle sue esperienze a Roma, in Sicilia e sull'isola di Ponza tra il 1962 e il 1975. Facendo ritorno in Italia ripetutamente, Thek rielabora gli stimoli derivanti dalle sue scoperte italiane, dalla visita ai siti archeologici, alle pratiche funerarie ancora in essere, dalle spettacolari processioni religiose, agli elementi che caratterizzano il paesaggio italiano, producendo una risposta barocca alla Pop Art e al minimalismo e alla loro predilezione per la produzione industriale, che dominavano la scena artistica a lui coeva.
  dettagli

mostra ericaravenna tomasobinga

20/09/2022 - 10/12/2022Arte contemporanea

TOMASO BINGA: Scrivo di proprio pugno

La mostra si propone di approfondire il significato semiologico del lavoro di Tomaso Binga, attraverso un “viaggio” tra i suoi alfabeti visuali. In tal modo si intende indagare il senso delle sue scritture radicali, da una prospettiva critica che pone in risalto l’ambivalenza tra significante e significato, esplorando nuovi orizzonti del linguaggio. Nell’aprile del 2001, presso la sede precedente di Via Margutta, la galleria Erica Ravenna apriva la mostra “Scritture”, improntata su una selezione di 12 artisti - tra cui Boetti, Kosuth, Kounellis, Manzoni e Twombly - che tra gli anni Sessanta e Settanta polarizzavano l’attenzione sui temi della demistificazione dei rapporti tra immagine, parola e referente oggettivo. Nel solco di tale linea tematica, la ridefinizione di un aggiornato canone storico- critico ha indotto a proporre a distanza di vent’anni una mostra che rifletta sugli esiti de “l’altra metà dell’avanguardia”, mettendo al centro dell’operazione la figura di Binga, tra le più rappresentative pioniere dei percorsi che intrecciano arte e semiosi
  dettagli

mostra artforumcapena namibia

24/10/2022 - 14/10/2023Arte contemporanea

Namibia

La mostra presenta oltre 80 opere di 33 artisti contemporanei che vivono e lavorano in Namibia, delineando una scena artistica fertile e creativa, espressione di una nazione nascente, profondamente segnata dall’indipendenza raggiunta solo nel 1990. Il sottotitolo della mostra, Arte di una giovane generazione, non fa riferimento esclusivamente ad un gruppo di giovani artisti – nati poco prima dell’indipendenza che condividono una affiliazione storica, sociale e politica – ma comprende anche artisti attivi già prima del 1990, che hanno vissuto sotto l'occupazione sudafricana e l’apartheid e che ora sono liberi di esplorare i profondi cambiamenti in atto grazie alla ricerca di nuove tematiche e modalità espressive. La nuova generazione riunisce quindi tutti gli artisti contemporanei, giovani e meno giovani, che assieme contribuiscono ad instaurare un nuovo status quo, ricorrendo alle tematiche dell’identità culturale e personale, ma anche della coscienza sociale.
  dettagli

mostra nerogallery serigraffi

08/10/2022 - 18/12/2022Arte contemporanea

Seri Graffi Group Show Dalle mura alla carta

Seri Graffi è la nuova mostra collettiva di Nero Gallery, interamente dedicata alla street art trasposta su carta. L’evento raccoglie i lavori di sette artisti tra i più rappresentanti del panorama della street art romana e italiana: Andrea Casciu, Diamond, JB Rock, Luca Ledda, Lucamaleonte, Luogo Comune e Solo. Quattro sono molto conosciuti dal pubblico romano grazie alla presenza delle loro opere sui muri di quasi tutti i quartieri della capitale, la cui fama è ormai diffusa anche oltre il confine italiano. Diamond ha segnato Roma con le sue donne in stile art déco e si è poi associato con Solo in scenari ispirati all’iconografia dei Supereroi e del mondo Marvel. In esclusiva per questa mostra, Lucamaleonte ci offre uno dei suoi famosi mucchi di animali. In questa serigrafia si sovrappongono dei galli, in un pattern dal quale sbucano becchi appuntiti. Sarà presente anche JB Rock, con il suo mitico Ciccio, mascotte delle strade romane, ma sotto quali vesti… Questo dovrete venire a scoprirlo in galleria! In Seri Graffi troverete tre sfumature di Ciccio, realizzate accostando e sovrapponendo diversi pezzi di serigrafie.
  dettagli

mostra bancaprofilo originedelmondo

05/10/2022 - 31/01/2023Arte contemporanea

L’Origine Del Mondo

L’Origine del mondo, ideata da Fondazione per l’Arte per gli spazi di Banca Profilo, si ispira al capolavoro del 1866 del pittore francese Gustave Courbet L’Origine du monde e vuole essere una celebrazione della figura della donna come emblema della vita e auspicio di rinascita per il mondo a venire. Posto in continuità con il precedente appuntamento promosso dalla Fondazione in collaborazione con l’istituto indipendente specializzato nei servizi di Private & Investment Banking per la gestione del patrimonio complessivo di clienti privati e istituzionali, L’Origine del mondo è il secondo progetto espositivo che si inserisce all’interno di una cornice di eventi organizzati da Fondazione per l’Arte nella sede romana di Banca Profilo. Alla luce di un momento storico, sociale ed economico molto delicato come quello attuale, la sede della Banca, come luogo privilegiato dell’esposizione, torna a farsi spazio operativo e luogo di verifica di idee progettuali artistico culturali assumendo un rinnovato valore simbolico che intende veicolare al pubblico un messaggio di rinascita che enfatizza la missione di sostegno, valorizzazione e promozione della cultura condotta dalla Fondazione.
  dettagli

mostra medina romeinternationalartfair2022

16/09/2022 - 29/09/2022Arte contemporanea

Rome International Art Fair 2022

ROME INTERNATIONAL ART FAIR 2022 4th Edition, organizzata da ITSLIQUID Group @ Medina Art Gallery, presenta mostre collettive e personali di artisti contemporanei internazionali: pittura, scultura, fotografia, installazioni, video art e live performances. Un forum per la condivisione ed il networking di idee, contatti e relazioni tra collezionisti, artisti, fotografi, designers, curatori ed operatori di settore. L'exhibition, a cura di Luca Curci, analizza la relazione fra corpo e spazio con l'"ibridizzazione" fra identità ed aspetti socio-psico-culturali dei tempi contemporanei. Due le sezioni principali: MIXING IDENTITIES and FUTURE LANDSCAPES.
  dettagli

medina Roma 23/11/2022 - 06/12/2022

mostra medina mauromolle

Mauro Molle for C.A.S.E. at Gatsby

Le strutturazioni pittoriche di Mauro Molle, testo di Gianluca Carchia I dipinti di Molle sono l’esempio della volontà e della necessità di ricercare un nuovo linguaggio per interpretare il mondo contemporaneo. Nelle sue opere si può rintracciare la quotidianità che emerge dal costante “bombardamento”, al quale tutti siamo sottoposti, di immagini e icone pseudo Pop. La pittura quindi, sia come linguaggio espressivo, che come codice di lettura del reale. Molle, oltre ad essere artista è anche esteta. In questo modo egli indaga il campo visivo percependolo come un precipitato artistico dove coglie i frammenti e i ricordi, che poi vengono giustapposti per creare nuove interpretazioni. Donne e uomini, animali e oggetti, vengono estrapolati dal loro contesto e portati sulla tela per metterli in relazione reciproca e studiarne la struttura. Il risultato è un dipinto completo che ha una sua personale organizzazione, dove ogni meccanismo fa la sua parte e, relazionandosi con gli altri, crea l’opera.
  dettagli

Galleria della Tartaruga 25/11/2022 - 12/12/2022

mostra galleriatartaruga violadimassimo

VIOLA DI MASSIMO CAMMINO DI MORE E SAMBUCO

Con la mostra personale di Viola Di Massimo “Cammino di more e sambuco” la Galleria della Tartaruga inizia la collaborazione con la Libreria ELI , importante polo culturale a Roma, situato in viale Somalia, 50/a, nel quartiere salario-vescovio. Il processo artistico di Viola Di Massimo evidenzia la messinscena dell’esistenza mediante elementi onirici, simboli e la scoperta di territori ignoti. Superando tende rosse ci si addentra nella teatralità del vivere. Il visibile si trasforma, la caratterizzazione anche metafisica non allontana ma approfondisce aspetti della realtà. “Siamo su quel sottile margine dove il delicato e l’impalpabile, la dignità e il femminile incontrano il quotidiano e tutti i suoi orrori”. Il Tempo è un elemento fondamentale, a volte immobile e altre sfuggente, scandisce i momenti di lotta e di tregua della vita.
  dettagli

Edarcom Europa Galleria d’Arte Contemporanea 25/11/2022 - 31/12/2022

mostra edarcom collettivafineanno2022

Collettiva di Fine Anno

Più di 40 artisti in mostra e circa 400 opere esposte rendono questo evento, ormai giunto alla 48^ edizione, un’occasione imperdibile per ammirare l’arte dei grandi Maestri del ‘900 italiano e di alcuni tra i più stimati artisti dei nostri giorni. Dipinti e sculture di grande pregio, ma anche litografie, serigrafie e acqueforti costituiscono il corposo catalogo che la galleria mette a disposizione di esperti intenditori e di giovani appassionati che il gentile e professionale staff saprà accompagnare nella scelta più adatta. L’acquisto di un’opera d’arte è il miglior regalo che si possa pensare per sé o per le persone care. E mentre l’atmosfera natalizia si diffonde impreziosendo le strade della città, la galleria Edarcom Europa ne rimane a sua volta calorosamente coinvolta e invita a condividere il sentimento festoso che la fine dell’anno porta con sé. Solo per l’occasione, aperture e sconti straordinari!
  dettagli

Galleria Richter Fine Art 22/11/2022 - 06/01/2023

mostra richterfineart questoadesso

Questo adesso - Giulio Catelli e Luca Grechi

Anche in questa occasione il disegno ha uno spazio centrale in mostra, con piccole incursioni nella pittura, come breve anticipazione delle successive due mostre personali degli artisti in galleria: Luca Grechi a Gennaio e Giulio Catelli a Marzo. Questo adesso rappresenta un assaggio delle future mostre, ma anche un’occasione per osservare da vicino gli artisti lavorare in galleria. Per Catelli e Grechi la produzione su carta è la parte più intima del lavoro, portatrice di un discorso autonomo, non subordinato alla pittura. Il disegno per Catelli e Grechi non è solo il pensiero del nuovo, legato alla progettualità, ma propriamente lo strumento dello scandaglio interiore. Il dialogo tra i due artisti tuttavia avviene più per contrasti che non su un piano comune: per Catelli il disegno e il momento di una presa sul “vero”, rivelazione della sua parte più profonda, spaesata ma fisica e umorale; per Grechi è l’immagine “nuda”, un incipit di un sentimento lirico, lampo di luce e colore anche quando è solo il grigio della grafite a determinarne piani e lontananze.
  dettagli

Francesca Antonini Arte Contemporanea 16/11/2022 - 30/12/2022

mostra francescaantonini tealdi

Enrico Tealdi – L'accordo

Francesca Antonini Arte Contemporanea presenta la terza mostra personale di Enrico Tealdi (Cuneo, 1976) in galleria, con opere realizzate dall’artista negli ultimi due anni. Tele di grande formato si alternano ad altre più raccolte e a opere su carta. Scogliere, pini marittimi, spiagge e boschi sono abitati da figure poste presso luoghi che si potrebbero percepire come il confine del paesaggio, ma che in realtà, immersivi e totalizzanti, accolgono la figura. Scenari accomunati da delicatezza, sapienza di espressione e di resa pittorica. Per via di aggiunte, gli strati di pittura si sedimentano e, nella grande dimensione così come nella piccola, sono i colori a costruire le forme. Il lavorio sulla tela cede però anche spazio, si disfa, fino a lasciar intravedere tratti a crudo, nudi, che la mano dell’artista lascia indisturbati, vergini. La tecnica mista a olio, acrilico e pigmenti trova il proprio posto su tele di recupero, negli ultimi anni privilegiate dall’artista, che può così aggiungere nuovi capitoli alla storia già vissuta dal supporto.
  dettagli

Galleria Bruno Lisi 19/11/2022 - 19/12/2022

mostra galleriabrunolisi simonaweller

Simona Weller "Memorie del passato"

La mostra si compone di una serie di acquerelli su carta realizzati dall'artista a partire dal 2007. Il tema del “dipingere con le parole” ha connotato la sua ricerca fin dall'inizio, diversificandosi per stile a seconda del periodo. Le parole sono scelte per la loro brevità e il loro particolare contorno, ma la natura di questi lavori ha una radice molto intima. Essi infatti sono legati a suggestioni nate dal ricordo di esperienze familiari. Osservando i quaderni dei suoi figli Weller ne coglie la bellezza estetica, l'innocenza, la purezza e ne prende atto realizzando a sua volta delle carte organizzate proprio come quelle pagine scritte dai suoi bambini. L'artista ricorda il tratto della scrittura infantile facendo una riflessione non sul segno bensì sulla struttura dell'insieme, sull'aspetto formale del complesso delle parole che si distribuiscono sul foglio bianco. Alcuni dei versi che scrive sono inediti, altri di poeti come Giuseppe Ungaretti, del quale cita alcuni versi presi dal ciclo “Allegria di naufragi”. In queste opere Weller disegna le righe proprio come in un quaderno; queste la aiutano a disegnare le parole, gli scarabocchi, i segni, e gli elementi di una scrittura elementare che distribuiti sul foglio rimandano ai quaderni che ognuno di noi ha scritto da bambino.
  dettagli

Galleria Gilda Lavia 13/11/2022 - 15/01/2023

mostra gildalavia mementomori

Memento Mori

Una nuova tappa espositiva tra arte, architettura, antichità e contemporaneo alla scoperta del meraviglioso Borgo di Ponzano Romano e ai suoi incantevoli scorci naturalistici. Un vero e proprio itinerario, che vede protagoniste le opere degli artisti Giuseppe Gallo, Paolo Grassino, Myriam Laplante, Felice Levini, Artan (Shalsi) Leonardo Petrucci, Sergio Ragalzi, Pietro Ruffo, Arcangelo Sassolino, Marco Tirelli, Sandra Vásquez de la Horra, Joel Peter Witkin. Un racconto ispirato alla famosa frase che trova le sue origini nell’antica Roma, “ricordati che sei un uomo” proprio quando i generali trionfanti e vincitori di teatri bellici tornavano a casa, correndo il grande rischio di diventare superbi e lasciarsi andare dalle manie di grandezza.
  dettagli

28 Piazza di Pietra 10/11/2022 - 03/01/2023

mostra piazzadipietra epimeteo

Epimeteo

Epimeteo, fratello del più noto Titano Prometeo, è, letteralmente, “colui che riflette in ritardo”; sposo di Pandora, soggiogato dalle sue grazie, non riuscì a impedirle di aprire il celebre vaso in cui erano riposti tutti i mali del mondo. Prima ancora, incaricato da Zeus di distribuire qualità e doti naturali a tutti gli esseri viventi, le elargì prima e incautamente agli esseri senza ragione, a discapito della specie umana che ne rimase così sprovvista. “Cosa rappresenta quindi Epimeteo?” scrive Giorgia Basili nel testo critico che arricchisce il catalogo: “La constatazione della fallacia umana, dell’inganno che deriva dalla cieca fiducia nella speranza”. È proprio da una riflessione sulla natura umana e “sulla tragedia connessa alla vita”, come spiega Ercoli, che nasce questo progetto pittorico. La difficoltà di cogliere il senso dell’esistenza nella sua connaturata assurdità e la limitatezza della condizione umana dinanzi all’irrefrenabile scorrere del tempo sono temi centrali di questa sua recente produzione pittorica. In esposizione ventotto dipinti olio su tela, di cui venticinque inediti, appartenenti a un nuovo ciclo della ricerca artistica dell’autore.
  dettagli

Galleria del Laocoonte 26/10/2022 - 26/12/2022

mostra gallerialaocoonte eugeneberman

Eugene Berman e la Pittura Fantastica in Italia

Evgeny Gustavovich Berman nasce nel 1899 a San Pietroburgo in una ricca e colta famiglia ebraica. In fuga dalla Russia bolscevica, completerà a Parigi la propria educazione artistica. Già nel 1926, assieme al fratello Léonid, a Christian Bérard e a Pavel Tchelitchev, in occasione di una mostra collettiva, sono celebrati come gruppo artistico, dal critico Waldemar George che per loro inventa l’etichetta di “neo-Romantici” o “neo-umanisti”, in opposizione al cubismo imperante. La prima sala della Galleria del Laocoonte è interamente dedicata all’arte di Eugene Berman, di cui si sono adunate una quarantina di opere tra disegni a china nera e inchiostro rosso, acquarelli, tempere e schizzi a matita. Si va dai “Capricci” che hanno per soggetto fontane immaginarie, ai paesaggi archeologici elaborati nel corso dei viaggi dell’artista in Italia e nel Medio Oriente, a figure di donne, evocazioni sognanti della propria moglie trasfigurata in figura mitologica, bozzetti per scenografie e costumi d’opera.
  dettagli

Galleria Triphè 23/09/2022 - 16/12/2022

mostra galleriatriphe coltivaremondi

COLTIVARE MONDI - Sergio Angeli

Cromatismo, matericità, forme in esplosione quasi a richiamare quella di Zabriskie Point,contraddistinguono le opere di Sergio Angeli. Un ‘’mondo altro’’ in gestazione, che rende ragione a quanto affermato da Fabio Benincasa nel suo passo critico sulla mostra dell’artista al Museo Mastroianni di Marino:’’…. una ricerca sulle tracce di un mondo post-umano che, in questo caso, sembra situarsi fuori dall’orizzonte storico, nell’ucronia di un mondo onirico sospeso tra sogno e ipotesi metafisica.’’ Il ‘’sembra situarsi’’, tuttavia non pone Angeli del tutto fuori dall’orizzonte storico; le sue figure non figure, dai confini labili, mobili, sembrano in realtà ricercare un orizzonte storico totalmente rinnovato. Una fase di sospensione, di riflessione, dove emerge la volontà in Angeli di un totale azzeramento: è la speranza di individuare nuovi cicli vitali, un nuovo mondo storico. I lavori dell’artista sono emblematici del raggiungimento di una storia, appunto, rigenerata come ferma reazione ai tempi oscuri che stiamo percorrendo. Nella momentanea sospensione ‘’le figure non figure’’ cercano una nuova definizione, un nuovo ‘’centro di gravità permanente’’.
  dettagli

Medina Roma 09/09/2022 - 15/09/2022

mostra medinagallery arteesostenibilita

Arte e Sostenibilità

Un percorso sensoriale per indagare il rapporto tra l’Arte Contemporanea ed il cibo. Colori, forme e segni diventano il trait d’union tra i linguaggi dell’Arte ed il gusto [...] Se in passato il cibo è stato protagonista di opere, in particolare nell’ambito della pittura di genere, oggi l’Arte Contemporanea guarda a nuove forme: la contaminazione tra Arte e cibo scaturisce dal colore, dall’astrazione degli elementi e dalle sensazioni che l’opera nella totalità è in grado di suscitare. L’arte come nutrimento, esperienza, educazione e trasformazione funzionale della nostra vita [...] Un percorso espositivo che, attraverso il lavoro degli artisti selezionati, affronta i grandi temi dell'innovazione culturale, della sostenibilità, degli eccessi, delle carenze, dell'alimentazione. Il nostro corpo come mezzo di comunicazione fisico e psicologico del nostro stato di benessere, giustizia, comunità, ricerca. Cosa scelgo per il mio nutrimento? Di che cosa desidero nutrirmi?
  dettagli